TASI

Ultima modifica 27 settembre 2021

PRESUPPOSTO IMPOSITIVO

Il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale, le aree edificabili e gli immobili rurali ad uso strumentale, come definiti ai sensi dell’Imposta municipale propria, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

SOGGETTI PASSIVI

La TASI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo le unità immobiliari predette. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.

In caso di locazione finanziaria, la TASI è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto; per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna.

In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TASI è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.

IMMOBILI A CUI SI APPLICA LA TASI (FATTISPECIE IMMOBILI)

-Fabbricati rurali ad uso strumentale
-Abitazioni principali e relative pertinenze , non soggette ad IMU (non appartenenti alle categorie A1,A8 e A9)

CC-5_2017
Allegato formato pdf
Scarica